Liceo Sesto Properzio • Assisi

Tratto da Assisi News. Vedi articolo originale.

Un nuovo modo di fare scuola Incontri, laboratori e workshop. Succede al Liceo Properzio di Assisi (classico, linguistico e scienze umane), dove – dal 21 al 26 gennaio – circa 800 alunni si fermano una settimana intera, per approfondire argomenti ‘caldi’ a livello scolastico, di recuperare le materie in cui sono meno ferrati, e di scoprire anche gli aspetti extra scolastici della vita. Quelli che più li toccano da vicino, come la pulizia del parcheggio, quelli che li vedono o potrebbero vederli protagonisti come cittadini, come il Calendimaggio di Assisi, quelli apparentemente più lontani, come le migrazioni e l’accoglienza, la violenza sulle donne, ma anche la Costituzione, cosa fare dopo il liceo. Senza dimenticare gli interessi, siano i costumi greco romani, lo yoga, le tecniche di primo soccorso, gli sport.

In totale sono 50 – 25 per turno, due turni al giorno – i laboratori, tenuti dagli stessi docenti del Liceo Properzio, con l’aiuto di alcuni esperti; a organizzarli, i rappresentanti d’istituto in collaborazione con i professori Celli, Molini, Lumaca, Vitale, Giulianelli e Strizzi. Obiettivo, come detto, scoprire che vita c’è al di fuori dalla scuola. “Un modo di fare scuola che mi piace – spiega la dirigente scolastica Francesca Alunni – perché coinvolge i ragazzi, non solo dal punto di vista educativo, ma anche propositivo. Molti degli argomenti dei laboratori sono infatti stati proposti dagli stessi studenti”.

E così, dall’uso di “os” in greco, a prove Invalsi e test di accesso, passando per le lezioni di portoghese, cineforum francese, il jazz club, il nuoto, lo sport, ma anche lezioni di danza, recuperi di latino e matematica, una passeggiata all’Eremo, le tecniche di primo soccorso e l’eclissi, per una settimana la scuola si apre al mondo. Una settimana di scuola diversa, dunque, con workshop e approfondimenti pluridisciplinari, ma anche incontri con esperti e personalità di rilievo del mondo culturale, accademico, istituzionale, economico, artistico, giornalistico, scientifico, religioso e sportivo. Prima ancora di questa iniziativa, il Liceo Properzio aveva aderito all’iniziativa nazionale della Notte del Classico, alla quale hanno partecipato moltissimi genitori e studenti. Arrivati quasi alla fine di gennaio, la scuola tira anche una prima somma delle iscrizioni, che si confermano sostanzialmente in linea con quelle dello scorso anno: saranno circa 800 gli alunni dell’annata 2019-2020, dislocati nella sede di via Padre Ludovico da Casoria e nelle sei aule di via San Benedetto.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.